Are you the publisher? Claim or contact us about this channel


Embed this content in your HTML

Search

Report adult content:

click to rate:

Account: (login)

More Channels


Channel Catalog


Channel Description:

Le ultime novità da Libertas.sm!

older | 1 | .... | 1254 | 1255 | (Page 1256) | 1257 | 1258 | .... | 1335 | newer

    0 0

    Rita Celli di Il Resto del Carlino Rimini: "La mia preghiera con Francesco" / La cantante riccionese Kelly Joyce racconta il suo duetto con il Papa

    Kelli Joyce ‘duetta’ in esclusiva mondiale con Papa Francesco. La splendida cantante parigina, riccionese d’adozione, ha realizzato proprio in questi giorni un nuovo singolo, dedicato alla preghiera più famosa al mondo: il Padre Nostro. Si chiama «Nostro Padre-Padre Nostro (Our Father) con la voce di Papa Francesco» (etichetta Lungomare srl) ed è la splendida versione internazionale della preghiera cristiana musicata da Tony Labriola, per il musical «Il Primo Papa», dedicato alla figura di San Pietro. A prestare la sua dolcissima voce al canto, è Kelly Joyce, conosciuta a livello mondiale grazie a brani di grande successo come «Vivre la vie», «Rendez-Vous» o «Baku Smiles» (canzone ufficiale dei Giochi Olimpici di Baku 2015 cantata in duetto con la cantante azera Tunzale Agayeva), solo per citarne alcuni. In occasione del Giubileo della Misericordia, indetto da Papa Francesco per il 2016, il Vaticano, attraverso il Vicariato di Roma e il Pontificio Consiglio per la famiglia, ha permesso in via del tutto eccezionale di aggiungere al brano di Labriola la recitazione del «Padre Nostro» da parte di Papa Francesco, effettuata pochi giorni dopo la sua elezione al soglio pontificio. Il risultato è uno straordinario «Padre Nostro» dove la voce di Kelly Joyce, che canta in inglese, si intreccia a quella del Pontefice, che recita in italiano la preghiera. (...)


    0 0

    Corriere Romagna Rimini: Controllate 87 persone / Prostitute sul lungomare la polizia espelle tre donne dell’Ecuador 

     
    RIMINI. Sono iniziati venerdì, poco dopo il tramonto, i controlli anti prostituzione su strada. L’attività della polizia si è concentrata nella stazione e vie limitrofe, a Bellariva e a Miramare. Nel corso dei servizi della polizia, sono state rintracciate quattordici giovani donne di diverse nazionalità, dedite all’attività di prostituzione su strada, principalmente nella zona di Borgo Marina, dove era stata confermata la loro presenza da alcuni residenti mediante alcune segnalazioni inviate in questura. Al termine delle verifiche tre cittadine dell’Ecuador sono risultate non in regola con le norme di soggiorno e sono stati muniti di decreto di espulsione.

    0 0

    La Serenissima, il Giornale dei Sammarinesi: Pasti in carcere, spunta l’Istanza per renderli più economici / Chiesta da alcuni cittadini una devoluzione del risparmio ottenuto alla Caritas per aiutare le persone in difficoltà

    Sono sette le Istanze d’Arengo che approderanno nella prossima sessione consiliare, che inizierà domani per poi concludersi giovedì 21 luglio, per essere discusse e votate dai 60 parlamentari. Smac, ampliamento e adeguamento dell’attuale plesso della Scuola d’Infanzia nel Castello di Domagnano, pasti destinati ai detenuti nel carcere dei Cappuccini, compatibilità tra sistema Iva e quello monofase, utilizzo dello stemma ufficiale della Repubblica di San Marino, divieto di fuochi d’artificio e petardi, e riconoscimento delle fatture come certificazione dei ricavi sono i temi scelti dai cittadini che hanno posto la propria firma sulle Istanze.  (...)

    PASTI IN CARCERE - Alcuni cittadini, attraverso l’Istanza n. 12, chiedono che i pasti del Carcere siano reperiti al Servizio mensa, dove per altro mangiano migliaia di lavoratori quindi sono pasti più che dignitosi. Inoltre chiedono che siano gli stessi carcerati, o le loro famiglie, a contribuire alle spese generali di vitto e alloggio. Chiesto infine dai sottoscrittori dell’Istanza d’Arengo che il risparmio ottenuto sia devoluto alla Caritas per poter aiutare tutte le persone veramente in difficoltà. “Sette anni di crisi hanno lasciato segni profondi nel tessuto economico-sociale della nostra Repubblica. Hanno chiuso tante aziende, i negozianti restituiscono le loro licenze, l’artigianato è quasi scomparso, il settore immobiliare è letteralmente crollato. Tutto ciò ha provocato una disoccupazione in continuo aumento e una forte sofferenza per le casse dello Stato. All’opposto ci sono persone che godono di privilegi eticamente non più sostenibili. Ci riferiamo ai detenuti del Carcere dei Cappuccini che, solo per il fatto di essere lì, sono a carico di tutti noi cittadini. Compresi i loro pasti, serviti dal ristorante. Pur tenendo in debito contro la presunzione di innocenza, in quanto ogni cittadino non è colpevole fino all’espletamento del terzo grado di giudizio, è pur vero che non ci sono ragioni per cui i detenuti debbano godere di trattamenti privilegiati”.

     (...)


    0 0

    Stiven Ciacci - La Serenissima, il Giornale dei Sammarinesi:  CALCIO A5. Martedì scorso durante il Consiglio della Fsgc è stata resa nota la proposta / Si punta a un settore giovanile di futsal. Crescentini: “Vogliamo crescere” / Il responsabile federale Stefano Bevitori: “L’obiettivo è partecipare a un campionato italiano”

    Che il movimento del futsal fosse in fase di crescita lo avevamo capito. Dopo l’avvento delle competizioni europee anche nel calcio a 5 - che darà la possibilità al Tre Fiori (formazione campione del Titano) di giocare ad agosto in Montenegro la Uefa Futsal Cup - ora la Federazione Sammarinese Giuoco Calcio sta pensando di creare anche un settore giovanile o meglio una squadra giovanile di futsal. L’idea è stata portata nel Consiglio federale di martedì scorso ed è stata presa subito in considerazione.

    CRESCENTINI - “Non abbiamo deciso nulla in merito - ammette il numero uno della Federazione sammarinese giuoco calcio Giorgio Crescentini- c’è questa possibilità, dobbiamo decidere. L’idea è di creare una selezione giovanile di futsal con annate dai 17 ai 21 anni. E’ una proposta che però ancora non è stata approvata”. Certo che, nel caso l’idea venisse vagliata sarebbe un altro tassello importante per la crescita del calcio a 5 in Repubblica: “Certamente - sostiene Giorgio Crescentini - l’obiettivo è la crescita del futsal e se la proposta poi venisse approvata sarebbe un bel passo in avanti, staremo a vedere”. (...)


    0 0

    Rimini, colpo grosso della Squadra Mobile. La caccia all'uomo era cominciata il giorno prima e si è conclusa con l'arresto ieri, 16 luglio, di Cosimo De Leonardo, tarentino, classe 1953, che si era reso irreperibile dopo un provvedimento di fermo del P.M. emesso dalla Direzione Distrettuale di Lecce il 20/06/2016.

    L'uomo, facente parte di una pericolosa associazione mafiosa operante nella provincia di Taranto e ritenuta responsabile a vario titolo, di associazione per delinquere di stampo mafioso, concorso esterno in associazione per delinquere di stampo mafioso, tentato omicidio, estorsione aggravata dal metodo mafioso, rapina aggravata, detenzione illecita di armi clandestine e munizioni, danneggiamento aggravato dal metodo mafioso e altro, come spesso accade nel periodo estivo, aveva trovato rifugio in riviera.

    Secondo le indagini svolte dalla Squadra Mobile di Taranto, risulta elemento di spicco del clan “DI PIERRO".

    In un primo momento il De Leonardo aveva tentato di sottrarsi alla cattura, mostrando agli inquirenti un documento di identità contraffatto tanto che veniva tratto in arresto anche per il reato di fabbricazione di documento contraffatto

    Si sentiva talmente al sicuro da complimentarsi con gli operatori di Polizia,  una volta vistosi scoperto e aver confermato  le proprie generalità.

    Veniva pertanto tratto in arresto anche per il reato di fabbricazione di documento contraffatto e, su disposizione del P.M. presso la Procura della Repubblica di Rimini, Dott.ssa Elisa Moccolo, associato presso la locale casa Circondariale a disposizione della stessa A.G. che dovrà pure provvedere alla convalida del fermo.

     

     

     


    0 0

    San Marino.  Commissione e Authority per le Pari Opportunità incontrano gli Eccellentissimi Capitani Reggenti proponendo iniziative per il raggiungimento di una vera parità.

    I due organismi che sostengono e si richiamano al  principio della parità tra i generi, hanno chiesto il sostegno dello Stato per garantire delle misure positive volte ad attuare una democrazia paritaria che assicuri una uguaglianza sostanziale tra donne e uomini che condividono il potere e lo spazio pubblico e privato; alla luce di ciò, intendono sensibilizzare le parti politiche e sociali del Paese affinché siano considerati   e promossi i necessari correttivi in senso paritario, come strumenti di accompagnamento, che favoriscano la piena attuazione della Dichiarazione dei diritti dei cittadini a garanzia della parità di genere.

    Leggi il comunicato congiunto.


    0 0

     

    Campionato italiano tiro con la balestra a squadre e titolo per balestriere, Fotogallery Mw

     

     

     


    0 0

    Eva Neklyaeva, 36 abbi, originaria della Bielorussia è la nuova direttrice artistica per il triennio 2017-2019 del Festival Internazionale del Teatro in Piazza di Santarcangelo di Romagna
    Santarcangelo di Romagna, 17 luglio 2016 - Ancora una giovane donna alla guida del Festival Internazionale del Teatro in Piazza di Santarcangelo di Romagna. È stato un vero e proprio passaggio di consegne, quello che si è svolto questa mattina, domenica 17 luglio, al Teatro Lavatoio di Santarcangelo di Romagna, dove è stata ufficializzata la nuova direzione artistica del Festival per il triennio 2017-2019. Sarà Eva Neklyaeva, classe 1980, originaria della Bielorussia, ma dagli inizi degli anni Duemila residente a Helsinki, a dirigere le prossime edizioni del più longevo Festival dedicato al teatro di ricerca in Italia, nella sua fase di avvicinamento al mezzo secolo di vita. Una giovane curatrice e produttrice artistica con già una solida esperienza nel campo dell’arte contemporanea, cui il Cda dell’Associazione Santarcangelo dei Teatri ha deciso di affidare il compito di disegnare il futuro del Festival dopo i cinque anni di lungimirante lavoro della direzione artistica di Silvia Bottiroli.

    “Quando tra quattro anni celebreremo i cinquant'anni del Festival Internazionale del Teatro in Piazza - ha scandito questa mattina nel suo discorso Alice Parma, sindaco e presidente dell’Associazione Santarcangelo dei Teatri - rileggendo la storia della manifestazione, i cinque anni di direzione artistica di Silvia Bottiroli verranno considerati come uno dei passaggi determinanti nella storia del Festival, significativa al pari di quelle che vengono ricordate più spesso da chi ha vissuto tutta la storia di questa manifestazione”.

    Leggi il comunicato


    0 0

    San Marino. Torna d'attualità parlare del Polo del Lusso (o della  Moda). Dopo il referendum,  l'argomento era  passato in secondo piano o quasi dimenticato dallo stesso governo, espressione della coalizione San Marino Bene Comune.

    Prima del referendum c'era stata  il 29 aprile  la conferenza stampa  della coalizione. Poi le tre   conferenze stampa  del governo tenute da tre diversi segretari di Stato: venerdì 6 maggio, martedì 10 maggio, giovedì 12 maggio

    In dette  conferenze stampa  fu chiesto se, nel caso  che si verificassero delle circostanze per cui il progetto non potesse più andare avanti, fosse previsto un intervento dello Stato per compensare gli investitori. Tutte le volte  fu risposto: No. Tassativamente no.  Un no ribadito anche nella  conferenza stampa del 17 maggio quando già si erano notate le prime reazioni sul versante di Rimini.

    Ebbene nel prossimo Consiglio Grande e Generale verrà promulgata una legge, praticamente ad hoc, per rifondere  con soldi dello Stato  gli imprenditori   del Polo nel caso di eventuali intoppi  (anche esterni allo Stato sammarinese) nel realizzare il progetto o  nella   gestione.

    In sostanza anche il Polo del Lusso o della Moda potrebbe finire  a carico dello Stato,  come è successo  per  certe  banche quando  il vento è cambiato.

     


    0 0

    San Marino. La legge sulla imprenditorialità che sta per arrivare in Consiglio con procedura d'urgenza,  allarma  il mondo politico. Ecco  la ferma  presa di posizione  di Cittadinanza Attiva. 

     

    E’ sicuramente vero che per chi investe tanto denaro in un Paese è importante avere delle certezze. Stabilità politica, stabilità normativa, certezza del diritto, iter amministrativi semplici e uguali per tutti. Lo diciamo e chiediamo da quattro anni. Sono tutti elementi importanti per favorire un ambiente positivo per gli imprenditori.

    Ma non si può pensare di dare stabilità concedendo la totale discrezionalità ad un Governo e ad una maggioranza, eletti magari per uno zero virgola, determinando in una convenzione ad hoc – quindi caso per caso – e per ben per 20 anni (!!!!) l'impossibilità di modificare le normative con cui quel determinato investitore si confronterà.

    Leggi l'intero comunicato stampa Civico 10

     

     


    0 0

    Rino Mini, premiazione a New York

    Parco Terme Galvanina oltre 400 invitati per festeggiare il  premio Sofi Award 2016.

    La recente vittoria del prestigioso premio Sofi Award 2016 consegnato a New York alla Galvanina per la bibita analcolica biologica al gusto di ‘Arancia rossa, Carota nera & Mirtillo’ della linea Century, ha dato a Rino Mini, CEO di Galvanina, lo spunto per chiamare a raccolta al Parco Terme Galvanina oltre 400 invitati, dedicando la festa alle famiglie di tutti i dipendenti e collaboratori che, lavorando negli stabilimenti Galvanina di Covignano di Rimini e  Val di Meti di Apecchio in provincia di Pesaro-Urbino, hanno contribuito in modo determinante al successo dell’azienda. Una serata di festa, con un menu rigorosamente romagnolo e curato da Summertrade.

    “Il Premio Sofi Award 2016, conseguito in America, dove esportiamo oltre il 50% della nostra produzione - spiega Rino Mini - ha stimolato l’idea di condividere con i nostri collaboratori, con i nostri amici e con alcuni ospiti di eccezione, dieci anni di crescita impetuosa. A questa crescita oggi possiamo finalmente aggiungere i programmi di sviluppo che riguardano sia l’intero complesso aziendale Galvanina sul colle di Covignano che lo stabilimento Val di Meti di Apecchio”.


    A proposito del Sofi Award, la Bibita Galvanina è stata inizialmente selezionata tra i 100 prodotti finalisti e poi fra i 28 vincitori scelti da un pannello nazionale di esperti. In gara oltre 3.200 prodotti, divisi in 28 categorie premiate. Ogni prodotto qualificato è stato valutato da professionisti, appassionati ed esperti, inclusi chef, accademici, scrittori di cucina e buyer di categoria.
    Una mostra fotografica allestita nel parco, le voci dei vertici aziendali hanno raccontato durante la festa tanti momenti importanti e significativi vissuti dal Gruppo Galvanina nell’ultimo decennio, e in particolare:
       L’acquisizione della Fonte Val di Meti con la realizzazione del nuovo e modernissimo stabilimento di Apecchio, poi la drammatica vicenda del crollo di quest’ultimo dovuto alla storica nevicata del 2012 e la relativa ricostruzione in tempi record;
       La grande intuizione e nascita della linea Century, bibite bio di eccellenza nate per festeggiare i 100 anni di storia produttiva di Bibite Analcoliche, lanciate sul mercato italiano ed internazionale;
       I successi aziendali ed internazionali di Galvanina e Val di Meti, con il superamento del traguardo di 100 milioni di bottiglie prodotte ogni anno e di oltre 50 milioni di euro di fatturato;
       Il consolidamento delle esportazioni in tutti i 50 Stati Americani, la leadership conquistata in Canada; l’Europa e l’Australia e la recente penetrazione nei mercati asiatici;
       Il superamento di 100 dipendenti in Italia e di 250 dipendenti complessivi nel mondo;
        Il Premio “Sofi Award 2016” per la miglior Bibita Analcolica Bio negli Stati Uniti con la Century “Arancia rossa, Carota nera & Mirtillo”;

        il Premio “Quality Food Award 2014” per la più alta qualità nel Beverage Europeo, riconosciuta in Inghilterra alla Bibita Analcolica Bio Century “Mandarino frizzante - Succo & Polpe”.

     

    Rino Mini con Elsa Mazzolini

    Sono stati presentati anche i progetti di sviluppo che riguardano l’ampliamento e la riqualificazione dell’intero complesso Galvanina sul colle di Covignano ed il programma di espansione e riqualificazione dell’intero insediamento produttivo Val di Meti di Apecchio.
    Rino Mini ha voluto riservare ai dipendenti dell’azienda la presentazione in anteprima di una nuova bibita bio della linea Century: Ginger Beer. Appena realizzata, debutterà sul mercato americano da metà agosto.
    Nel corso della serata sono stati consegnati premi e riconoscimenti speciali fra i quali uno per il Team Galvanina di Ricerca & Sviluppo che è riuscito a realizzare le migliori e più innovative bevande bio al mondo; un altro ai dipendenti e collaboratori che in quest’ultimo decennio hanno o stanno per lasciare il testimone ai più giovani da loro formati.
    Un riconoscimento speciale è stato consegnato anche ai ‘Capitani’ di due aziende, al Cav. Franco Boschetti della Blubaj Srl di Cesenatico e Ravenna e al Sig. Franco Arduini della Turci Bevande di Cattolica, storiche concessionarie Galvanina in Romagna che, grazie ad un rapporto di grande collaborazione e stima nato oltre cinquant’anni fa, hanno contribuito allo sviluppo delle vendite e al rafforzamento del brand Galvanina in Italia.
    [c. s. LA GALVANINA S.p.A]

    0 0

    Ieri l'inaugurazione

    Rimini, 17 luglio 2016 - Confartigianato saluta l’apertura di una nuova gelateria nel centro storico di Rimini, iniziativa di una firma ‘doc’ dell’imprenditoria riminese nel mondo dell’arte bianca e garanzia di qualità.

     

    Ieri è avvenuta, alla presenza dell’Assessore Jamil Sadegholvaad l’inaugurazione della gelateria Fred Il gelato fresco di Cupioli, nei pressi del mercato coperto di Rimini e che si caratterizza per il rigoroso ricorso a materie prime fresche e di alta qualità certificata.
    Da qui l’intenzione di produrre un numero limitato di gusti, otto, dei quali due frutta di stagione.
    I primi otto gusti saranno al gusto Pistacchio di Bronte, Nocciola IGP Piemonte, Fior di latte (con latte dalla Centrale di Cesena), Yogurt fresco della Centrale del latte di Cesena, Limone di Sorrento, Pesca, Cioccolato classico ed un cioccolato extrafondente senza lattosio per i vegani.
    Davide Cupioli Presidente dei Panificatori della Confartigianato di Rimini e del Consorzio di acquisti dei Panificatori è protagonista della ‘battaglia’ per il riconoscimento tramite apposita legge che definisce con chiarezza il ‘pane fresco’ prodotto nei laboratori artigianali, diverso dal ‘pane a durabilità programmata’ il cui impasto viene realizzato in altra parte, molto spesso nei paesi dell’Est Europa.

     [c. s.]


    0 0

    Altarimini.it: Arrestato sul lungomare spacciatore pregiudicato. Colto sul fatto mentre cede la droga

    Domenica mattina, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Rimini hanno arrestato in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Mostafa Mohamed, 31enne egiziano, pregiudicato. (...)

    A seguito di una perquisizione personale, veniva rinvenuta ulteriore sostanza stupefacente, pari a grammi 6,45 della medesima sostanza, suddivisa in due dosi e denaro contante pari ad euro 50,00 somma ritenuta provento di illecita attività. Lo stupefacente è stato sequestrato in attesa della distruzione. (...)


    0 0

    Antonio Fabbri L'informazione di San Marino: Ormai in maggioranza piu’ divergenze che condivisioni

    Il Consiglio che si apre oggi si preannuncia caldo per valutare gli equilibri politici.

    La legge sulla protezione degli investimenti incontra la bocciatura anche di Su e C10 ma i nodi più duri da sciogliere paiono Igc, sanità e banche.

    Ormai in maggioranza è tutti contro tutti. Non che all’opposizione sia meglio, ma quello che conta in questa fase è la tenuta del governo. Ormai ognuno sta facendo per sé. Ognuno porta i suoi decreti e le sue leggi o leggine, anche inutili a livello di sistema, ma funzionali ad assicurarsi un posto al sole post governo o una spendibilità da campagna elettorale. (...)


    0 0

    Antonio Fabbri - L'informazione di San Marino: Con il permesso della Giunta di Borgo era stata installata da un cittadino / Bandiera strappata al sacello del santo“Hanno strappato la bandiera al Sacello del Santo, un atto gravissimo”.

    “Hanno strappato la bandiera al Sacello del Santo, un atto gravissimo”. A denunciarlo è Fernando Ceccoli, cittadino che si è preso a cuore la cura del Sacello e che di sua iniziativa aveva chiesto al Capitano di Castello di Borgo Maggiore, di poter mettere in quel luogo, sacro per l’identità e la storia sammarinese, un’asta fissa con una bandiera della Repubblica di San Marino. “Dopo aver chiesto i necessari permessi a mie spese ho provveduto a piazzare la bandiera della Repubblica. Io come molta altra gente, anche stranieri della Corazia, sono legato a quel luogo. In diversi portano dei fiori o lumini. (...)

     


    0 0

    Marino Cecchetti L'informazione di San Marino: Finita la collaterale assistenza?

    Corrono voci di contrasti nel Comitato per il Credito ed il Risparmio con i vertici di Banca Centrale.

    Contrasti su che?

    Sappiamo dai giudici che Banca Centrale fin dall’origine ha fornito ‘collaterale assistenza’ ai politici del ‘gruppo criminale’.

    Anzi Banca Centrale è stata creata ed impostata proprio per rispondere a tali interessi, dagli uomini di Banca Commerciale Sammarinese, crocevia di gran parte della corruzione sammarinese e di non pochi rivoli di quella italiana. (...)


    0 0

    Jean Marc Tierce L'informazione di San Marino: Causa Tierce-governo Rsm udienza il 3 ottobre a Parigi

    E’ stata fissata per il 3 ottobre prossimo, l’udienza, davanti al Tribunal de Grande Instance di Parigi, per la vicenda ormai nota di Jean Marc Tierce, che ha citato in quella sede il Governo di San Marino. Dopo avere avuto ragione a Strasburgo, ormai 16 anni fa, e dopo che anche il Tribunale di San Marino ha riconosciuto, con sentenza di revisione, l’errore giudiziario, era atteso da parte dell’esecutivo sammarinese il risarcimento del danno subito. A fare il quadro della situazione è lo stesso diretto interessato, da noi contattato. “Non posso evidentemente che augurare la vittoria del buon senso (dopo 25 anni!) ma mi è impossibile passare sotto silenzio, nei confronti di tutta la comunità sammarinese, il fatto che mi ha pianto il cuore nel dovermi rivolgere nel 1994 alla Corte Europea di Strasburgo e poi, recentemente, al Tribunal de Grande Instance di Parigi: sono stato mio malgrado costretto! (...)


    0 0

    Luca Cassiani di Corriere Romagna Rimini: «Noi non siamo partiti per la Francia: ci hanno detto di non farlo» / Ragazza ferita nella strage di Nizza «Sfiorata dal tir è salva per miracolo» / Dalila Staccoli, 29 anni, ha dato alcuni punti in testa e riportato ferite al naso e al piede Papà Franco racconta: «Per due ore non abbiamo avuto notizie. E’ stato un incubo»

     

    (...) Giovedì sera Dalila (che da diverso tempo abita a Brescia) era sulla Prome - nade des Anglais insieme al fidanzato Alberto Martinelli, 51 anni, e con i figli di lui: una ragazza di 15 anni e un maschio di 18, proprio mentre il tir dell’orro - re seminava panico e morte sul lungomare. 
    «E’ stato un incubo. Sapevamo che Dalila era lì e quando abbiamo visto l’at - tentato in tv, ci siamo molto preoccupati» racconta Franco Staccoli, titolare della G usto teca , un negozio di vendita di prodotti alimentari nel centralissimo piazzale Roosevelt. «Io e mia moglie abbiamo provato a telefonarle molte volte, ma nessuno ci rispondeva e così crescevano i nostri timori». (...)

    0 0

    Grazia Buscaglia di Il Resto del Carlino: Poliziotto pestato a Rimini. "Colpa dei predoni delle spiagge" / E’ stato aggredito da extracomunitari ed è finito all’ospedale


    E’ corso  prima in aiuto di un amico che era stato derubato in spiaggia, poi di un gruppo di ragazze ‘alleggerite’ di borse e cellulari. Antonello Spoletini, 41enne agente della Polizia stradale di Riccione, l’altra sera fuori servizio, è stato picchiato da alcuni extracomunitari di colore che lo hanno spedito in ospedale.

    Il poliziotto ha riportato diverse contusioni: i sanitari gli hanno anche ricucito il cuoio cappelluto con tre punti di sutura.

    L’aggressione è avvenuta l’altra mattina, verso le cinque, a Marina centro, all’altezza dei bagni quattro e cinque. E’ stato denunciato un giovane senegalese per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. (...)


    0 0

    SAN MARINO. La quarta tappa del Campionato Italiano Assoluto di Beach Volley si è giocata a Cervia, ai Bagni Fantini, da venerdì 15 a domenica 17 luglio. Per San Marino partecipavano Federico Rizzi/Lorenzo Benvenuti fra gli uomini e Debora Pini/Silvia Bulgarelli fra le donne. 

     

    Pini/Bulgarelli: la straordinaria cavalcata verso la finale

    Pini/Bulgarelli: la straordinaria cavalcata verso la finale 

    Infatti, Pini/Bulgarelli sono dovute passare dalle qualifiche del venerdì per accedere al tabellone principale. Un ostacolo brillantemente superato battendo al primo turno Claudia Puccinelli/Alessandra Colzi per 2 a 1 (21/17 16/21 15/10) e al secondo turno Giada Benazzi/Nicol Bertozzi per 2 a 0 (12, 16). Sabato, al primo turno del tabellone principale erano attese da Jessica Allegretti e Lidia Bonifazi (coppia numero 5 del ranking), che le hanno sconfitte per 2 a 1 (25/23 14/21 18/16) dopo una partita per la quale il duo allenato da Matteo Galli si deve mangiare le mani per aver perso ai vantaggi due set. Entrate nel tabellone delle perdenti, hanno dato vita a una faticosa ma entusiasmante maratona di vittorie. Hanno battuto al primo turno Silvia Aime e Noemi Sacco per 2 a 0 (18, 14) e al secondo turno, ancora per 2 a 0 (16, 9) Elena Colombi e Giulia Aprile. Dopo queste due nette vittorie, domenica mattina terzo turno contro Alice Gradini e Federica Frasca, coppia numero 10 del tabellone e vittoria tiratissima per 2 a 0 (19, 19). Alle 12.20, quarto turno e ancora una vittoria, stavolta facile, per 2 a 0, su Eleonora Annibalini e Michela Culiani (10, 16) che spalanca loro le porte della semifinale. Qui arriva il capolavoro di Pini/Bulgarelli con un’altra vittoria per 2 a 0 su Anna Dalmazzo e Ilaria Fasano (17, 17): è finalissima.

     

    Debora pini al muro: invalicabile

    Pini/Bulgarelli: dettagli decisivi nella sconfitta in finale

    Nel match decisivo, le due si devono arrendere a Eleonora Gili e Silvia Costantini, team n° 1 in tabellone per 2 a 0 (18, 19) non senza aver lottato fino alla fine. Considerando che Debora Pini e Silvia Bulgarelli erano partite dalle qualificazioni e che prima di arrivare alla finale per il primo posto avevano giocato altre otto partite, si può di certo parlare di una gran bella prova. “Questa è la nostra seconda finale – dicono le due – ne avevamo giocata un’altra a Lecce nel 2010 ma senza passare dalle qualifiche. In effetti, è stato un percorso molto lungo prima di arrivare alla finale ma dobbiamo dire che non eravamo neanche tanto stanche. Merito degli allenamenti che stiamo svolgendo con coach Matteo Galli e con la Fspav che ci hanno portato in buona condizione fisica. Peccato per la sconfitta per 2 a 1 al primo turno del tabellone principale. Abbiamo perso per dei dettagli contro una coppia che, nelle situazioni indecise, è stata più ordinata di noi. Ma il resto delle partite le abbiamo giocate veramente bene. In finale sono stati decisivi due ace subiti. Anche in questo caso, questione di dettagli nei confronti di una forte coppia che si allena con costanza e da tempo in quel di Pescara. Adesso riprendiamo il solito lavoro settimanale per preparare al meglio la tappa di Porto San Giorgio del prossimo week-end”. 

     

    Pini-Bulgarelli, sconfitta più che onorevole nella finale di cervia

    Benvenuti/Rizzi fuori dopo due partite

    Tra gli uomini, Benvenuti/Rizzi, coppia numero 7 del tabellone principale, sono scesi in campo sabato mattina per il primo turno perdendo da Simone Raggi e Andrea Storari per 0 a 2 (19, 9). Entrati nel tabellone dei perdenti hanno pescato una coppia di grande esperienza e solidità, formata da Nicola Grigolo (13esimo alle Olimpiadi di Atlanta ‘96 e vincitore dei mondiali Fivb a Bubai nel ’93) e Davide Dal Molin dalla quale sono stati sconfitti ancora per 2 a 0 (19, 16), chiudendo mestamente la loro prova in questa tappa dell’italiano. “Abbiamo sbagliato la prima partita. – è il commento del duo italo-sammarinese. – Nel primo set eravamo in vantaggio e ci siamo spenti via via. Abbiamo perso le motivazioni e nel secondo set ci siamo innervositi e siamo usciti mentalmente dal match. La seconda partita l’abbiamo giocata meglio e ci siamo divertiti ma Grigolo/Dal Molin sono stati più bravi. Forse abbiamo anche avvertito troppo la pressione dopo aver vinto la tappa di Casal Velino. Ora ci alleneremo per la quinta tappa dell’italiano in programma la prossima settimana cercando soprattutto di migliorare gli automatismi”.

    Ufficio Stampa

    Federazione Sammarinese Pallavolo


older | 1 | .... | 1254 | 1255 | (Page 1256) | 1257 | 1258 | .... | 1335 | newer