Are you the publisher? Claim or contact us about this channel


Embed this content in your HTML

Search

Report adult content:

click to rate:

Account: (login)

More Channels


Showcase


Channel Catalog


Channel Description:

Le ultime novità da Libertas.sm!

older | 1 | .... | 1255 | 1256 | (Page 1257) | 1258 | 1259 | .... | 1335 | newer

    0 0

    SAN MARINO. Nella prima giornata dei Campionati Europei di Division C a Nicosia, a San Marino tocca l’esordio contro i fortissimi padroni di casa. Già privi di Fiorani, infortunatosi con l’U18, i biancoazzurri di coach Stefano Rossini devono fare a meno, dopo appena 19”, anche della punta di diamante Ugolini fermato da una distorsione alla caviglia. Cipro, che non avrebbe bisogno di aiuti dalla sorte, gioca un primo tempo devastante in cui concede ai sammarinesi appena 5 punti. 

    San Marino: cambio di marcia dopo l'intervallo

    Dopo l’intervallo i biancoazzurri, più sciolti e rilassati, tengono testa ai padroni di casa con due quarti di buon livello. Finisce 80-28 per Cipro, un sconfitta pesante in cui, però, gli alibi degli infortuni e dell’emozione dell’esordio hanno avuto un peso, non nella sostanza, ma nella forma del risultato. I Titani torneranno in campo martedì alle 12.45 per il match con l’Azerbaijan. 

    Federazione Sammarinese Pallacanestro

     


    0 0

    SAN MARINO. La storia della ferrovia elettrica Rimini San Marino si mette in mostra a Rimini. Una serata ferroviaria di mezza estate, quella di martedì 19 luglio 2016 alle 21.15 presso il dopolavoro ferroviario di Rimini, tra passato e futuro… ripercorrendo la vita sulla ferrovia nelle vecchie fotografie e filmati storici.  

    Martedì 19 luglio dalle ore 21:15, presso il dopolavoro ferroviario di via roma 70 a rimini, l’associazione treno bianco azzurro della rep. di san marino, presenta il “caffè ferroviario”

    Seguirà un dibattito con accenni storici dai relatori Gian Guido Turchi e Roberto Renzi, mentre uno sguardo al presente e al futuro, verrà esposto dai membri dell’associazione Treno Bianco Azzurro, Valeriano Vagnini e Alessandro Rattini. Speaker della serata “Yuma” Terenzi. Dalle ore 17:00 il gruppo “fermodellisticoriminese” ,sarà presente con un allestimento di materiale rotabile in miniatura, foto e video storici inerenti le Ferrovie dello Stato e la Ferrovia Rimini-San Marino."

    Martedì 19 luglio dalle ore 21:15, presso il dopolavoro ferroviario di via roma 70 a rimini, l’associazione treno bianco azzurro della rep. di san marino, presenta il “caffè ferroviario”


    0 0

    SAN MARINO. Il Teatro Titano e il Teatro Nuovo di San Marino ospiteranno dall’11 al 18 settembre 2016 la 7a edizione del “Concorso Pianistico Internazionale Repubblica di San Marino”. Nata nel 2004 con cadenza biennale, la manifestazione è organizzata dall’Associazione Musicale Allegro Vivo, con il fondamentale sostegno di Giochi del Titano, dell’Ente Cassa di Faetano - Fondazione Banca di San Marino, della Fondazione San Marino Cassa di Risparmio SUMS e sotto l’Alto Patrocinio degli Eccellentissimi Capitani Reggenti. Inoltre l’evento è finanziato dallo Stato quale manifestazione di interesse nazionale.

    Concorso Pianistico Internazionale Repubblica di San Marino: a chi si rivolge

    Il Concorso si rivolge a giovani pianisti di tutte le nazionalità, ai quali offre l’occasione di mettere in mostra le proprie doti musicali e di aggiudicarsi sia premi in denaro che altre importanti opportunità per l’avvio di carriera. Proprio la notevole consistenza dei premi in palio è uno degli elementi che negli anni ha consentito il delinearsi di una chiara fisionomia della competizione sammarinese nel vasto panorama delle manifestazioni internazionali. Il Concorso gode infatti indiscutibilmente di una notevole stima. E ciò anche per aver saputo individuare talenti davvero straordinari, oggi protagonisti di carriere importantissime: tra i vincitori delle scorse edizioni ricordiamo Evgheny Brakhman, Teo Gheorghiu, Beatrice Rana, Sofya Gulyak, Dong Kyu Kim, Lukáš Vondráček, Alexei Melnikov E soprattutto lo strepitoso Daniil Trifonov, vincitore nel 2011 del prestigiosissimo Premio Tchaikovsky di Mosca e ormai star indiscussa del pianismo mondiale.

    Concorso Pianistico Internazionale Repubblica di San Marino: chi può partecipare

    All’edizione 2016 potranno partecipare musicisti nati dal 1986 in poi, ossia fino a 30 anni d’età. Il termine ultimo per l’iscrizione è scaduto il 29 maggio, e le richieste pervenute entro tale data sono state moltissime anche questa volta: ben 232 da 41 paesi diversi. Un numero assolutamente superiore alle possibilità logistiche della manifestazione, che ha costretto la Direzione Artistica ad operare una preselezione sulla base dei curricula e del materiale video inviato dai Candidati, ammettendo a partecipare “solo” 30 pianisti.

    Concorso Pianistico Internazionale Repubblica di San Marino: borsa di studio fino a 15 anni

    Ma il Concorso quest’anno si apre anche ai più giovani. E’ stata infatti istituita una borsa di studio dedicata ai ragazzi fino a 15 anni d’età. 8 gli ammessi a partecipare: il vincitore si aggiudicherà 3000 euro. Come in passato, le prove saranno articolate in Eliminatoria (30 minuti) e Semifinale (60 minuti). E nella prova Finale i Solisti si cimenteranno in uno dei concerti principali della letteratura per pianoforte e orchestra.

    Al Concorso l'Orchestra Sinfonica della Repubblica di San Marino

    Naturalmente l’orchestra impegnata sarà l’Orchestra Sinfonica della Repubblica di San Marino, con la quale prosegue la felice e ormai collaudata collaborazione, i cui membri saranno chiamati quest’anno ad eleggere il Solista assegnatario del “Premio Speciale Orchestra”. A guidare il complesso lavoro della compagine orchestrale sarà il M° Francesco Ommassini.

    Commissione esaminatrice di altissimo livello

    In continuità con le scorse edizioni, anche quest’anno è stata selezionata una Commissione esaminatrice di altissimo livello: grandi nomi del pianismo internazionale che hanno accettato di porre al servizio della manifestazione un’indiscussa competenza artistica. Presidente della Giuria l’israeliano Arie Vardi, musicista e didatta dalla carriera solidissima che spesso siede nelle commissioni di importanti concorsi internazionali (Chopin di Varsavia, Leeds, Van Cliburn, Tchaikovsky). Accanto a lui il tedesco Robert Benz, già vincitore del Premio Busoni, la britannica Norma Fisher, anche lei vincitrice del Premio Busoni, l’uzbeka Anna Malikova, premiata al Concorso Chopin di Varsavia. E l’Italia sarà rappresentata da Filippo Gamba, vincitore di numerosi premi internazionali e oggi protagonista di una carriera importantissima.

    Concorso Pianistico Internazionale Repubblica di San Marino: alto valore dei premi

    Fin dalla nascita il Concorso Pianistico Internazionale Repubblica di San Marino si è distinto per l'alto valore dei premi: per il 2014 la cifra complessiva in palio ammonta a 36.000 euro, che saranno suddivisi tra i diversi piazzamenti. Oltre a questo montepremi in denaro, ai migliori concorrenti saranno offerti diversi concerti premio presso importanti istituzioni musicali, quali ad esempio un prestigioso Concerto al Lingotto di Torino offerto dall’Associazione De Sono. E al vincitore sarà offerta la realizzazione di un video professionale di alta qualità.

    Concorso aperto al pubblico

    Tutte le fasi del Concorso saranno aperte al pubblico, dal concerto di apertura dell’11 settembre fino alla serata finale del 18 settembre. E così come nelle scorse edizioni, gli appassionati potranno seguire anche quest’anno l’intera manifestazione in live-streaming video, ossia in diretta web in tutto il mondo.


    0 0

    SAN MARINO. Prende il via il Cineforum Film Festival del Parco Laiala a San Marino, un doppio spazio - adulti e bambini - per doppie proiezioni adatte a tutti. “18-05-2009. A 56 anni dalla conquista dell’Everest, ad opera di Sir Edmund Hillary e dello sherpa Tenzing Norgay, anche due sammarinesi, i fratelli Antonio e Roberto Pazzaglia sono riusciti nell’impresa portando la bandiera del più piccolo Stato del mondo in cima alla vetta più alta”. Mentre nell’ARENA JUNIOR, alle ore 20,30 il cartone MINUSCULE La valle delle formiche perdute. Dalle ore 20 inoltre apertura Zona snack con street food (piadina farcita e ...)  e beverage.

    Tratto da una storia vera, everest è un film straordinario da vedere e rivedere. cast stellare.

    ARENA OPEN ore 21 EVEREST (USA 2015 durata 121’) 

    Regia di: Baltasar Kormákur Cast principale: Josh Brolin, Emily Watson, Keira Knightley, Robin Wright, Sam Worthington, Jake Gyllenhaal, Jason Clarke 

    Trama: 10 Maggio 1996 Ispirato da una serie di incredibili eventi accaduti durante una pericolosa spedizione volta a raggiungere la vetta della montagna più alta del mondo, EVEREST documenta le avversità del viaggio di due diverse spedizioni sfidate oltre i loro limiti da una delle più feroci tempeste di neve mai affrontate dall'uomo. Il loro coraggio sarà messo a dura prova dal più crudele dei quattro elementi, gli scalatori dovranno fronteggiare ostacoli al limite dell'impossibile come l'ossessione di una vita intera che si trasforma in una lotta mozzafiato per la sopravvivenza.  

    Minuscule. il mondo degli insetti si rivela al pubblico con un film delizioso.

    ARENA JUNIOR ore 20,30 MINUSCULE La valle delle formiche perdute (Francia, Belgio 2014  Durata: 89’) 

    Regia: Thomas Szabo, Hélène Giraud 

    Trama: in una piccola radura pacifica, i resti di un pic-nic frettolosamente abbandonati scatenano una guerra tra due tribù di formiche, la posta in gioco è una scatola di zollette di zucchero! Una giovane e grassoccia coccinella si ritroverà coinvolta nella battaglia e stringerà una profonda amicizia con una battagliera formica nera. La aiuterà a salvare il formicaio dall'assalto delle terribili formiche rosse, spietate guerriere guidate dal pauroso Butor.


    0 0

    CONSIGLIO GRANDE E GENERALE 18-21 LUGLIO

    LUNEDI' 18 LUGLIO- Mattina

    SAN MARINO. Sul fronte della lotta al terrorismo, il segretario di Stato nel suo intervento anticipa che domani sarà presentata al congresso di Stato la costituzione di un gruppo di lavoro per definire e coordinare un piano strategico nazionale di prevenzione e sicurezza. Concluso il riferimento del segretario Valentini, il dibattito al Comma Comunicazioni si concentra su due temi principali, la proroga ai vertici dimissionari dell'Iss e Banca centrale. In particolare, su questo secondo tema, viene sollevato il caso della richiesta di residenza di due dipendenti dell'Istituto di via del Voltone respinta in settimana dalla Commissione Affari esteri, ma anche il problema dei crediti non performanti con cui deve fare fronte il sistema bancario e finanziario sammarinese. Rispetto ai due funzionari di Banca centrale, Matteo Zeppa, Rete, punta il dito contro la decisione presa dal Cda dell'istituto che ha fissato la loro retribuzione senza tenere conto dell'esito del referendum sul tetto degli stipendi. Ma anche contro le pratiche con 'omissis' e senza curricula inviate ai commissari che dovevano votare la richiesta di residenza. Replica immediatamente il segretario di Stato alla Finanze, Gian Carlo Capicchioni, per cui la richiesta di residenza era “in tutto in linea con le norme vigenti” e il compenso dei due dipendenti “è stato deliberato prima del quesito del referendum”. Maria Luisa Berti, Ns, puntualizza il ruolo della Commissione Affari esteri sulla questione, rivendicando l'autonomia della deliberazione: “La Commissione ha una facoltà di concessione delle residenze, non c’è obbligo di presa d’atto delle delibere del Congresso di Stato”. Per Marco Podeschi, Upr, “il problema non è la residenza concessa o non concessa- manda a dire- il problema è politico, è inutile fare guerre nella maggioranza e poi fate appello alla responsabilità”. Luigi Mazza, Pdcs, conferma la piena fiducia ai vertici dell'istituto di via del Voltone, ma pone un limite. “Non voglio delegare lo sviluppo del sistema in carta bianca- manda a dire- si chieda a Banca Centrale di portare un piano strategico in linea con gli impegni indicati da quest'Aula”. Gerardo Giovagnoli, Psd, concorda sulle necessità di definire le linee politiche. “Bcsm ha però l’indipendenza sull’organizzazione interna- prosegue- non mi risulta che ogni volta che è coinvolto un organo che ha a che fare con lo Stato si vada a ingerire su chi è assunto”. Rispetto al problema dei Crediti non performanti, lancia un appello alla responsabilità e all'unità il segretario di Stato Giuseppe Maria Morganti,: per affrontarli, “l'unica speranza che abbiamo- sostiene- è riposta nella scelta fatta poco tempo fa che ha determinato una nuova linea di conduzione in Bcsm”, ovvero la nomina della nuova dirigenza. Invece per Federico Pedini Amati, Lbsm, il problema degli Npl non lo risolve né lo Stato né 'Bcsm. “Le banche hanno dei soci- suggerisce- e interverranno a metterci mano”. Passa all'ultimatum Francesca Michelotti, Sinistra unita: “Su Banca centrale o il governo si mette d'accordo- ammonisce- o si dimette”.
    In tema di Iss,
    Mimma Zavoli, C10, attacca duramente il segretario per la Sanità: “Mussoni si deve prendere le responsabilità di quanto ricade su di lui- manda a dire- se fossero state accolte le dimissioni dei vertici dell’Iss, le sue sarebbero state ineluttabili ma il governo ha preferito inghiottire il boccone amaro”. Infine, chiude il dibattito la presentazione di un Odg da parte di Manuel Ciavatta, Pdcs, volto a chiedere un progetto di legge per vietare la maternità surrogata a San Marino. I lavori si interrompono con le risposte alle interpellanze e interrogazioni che riprenderanno nel pomeriggio.

    Di seguito un estratto degli interventi della seduta della mattina.

    [Resoconto San Marino News Agency]

    Comma 1. Comunicazioni

    Pasquale Valentini, segretario di Stato agli Affari Esteri

    Matteo Zeppa, Rete

    Giancarlo Capicchioni, segretario di Stato alle Finanze

    Mimma Zavoli, Civico 10

    Maria Luisa Berti, Noi Sammarinesi

    Marco Podeschi, Upr

    Augusto Michelotti, Sinistra Unita

    Luigi Mazza, Pdcs

    Gerardo Giovagnoli, Psd

    Nicola Selva, Upr

    Roberto Ciavatta, Rete

    Marco Gatti, Pdcs

    Giuseppe Maria Morganti, segretario di Stato per la Cultura

    Francesca Michelotti, Su

    Federico Pedini Amati, Lbsm

    Andrea Belluzzi, Psd

    Franco Santi, C10

    Lorella Stefanelli, Pdcs

    Manuel Ciavatta, Pdcs

    San Marino, 18 LUGLIO 2016/01


    0 0

    RIMINI. Uni.Rimini S.p.A. ha emesso il bando per la terza edizione del premio di studio, con l'obiettivo di premiare uno studente delle scuole superiori della Provincia di Rimini che sia particolarmente meritevole e in procinto di iscriversi ai Corsi di Studio triennali o quinquennali a ciclo unico istituiti presso il Campus di Rimini dell'Università di Bologna. 

    Borsa di studio Luciano Chicchi: come partecipare

    Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.unirimini.it oppure contattando la Segreteria di UniRimini (Valentina Mazzucchelli Tel.0541-21847; segreteria@unirimini.it). Anche per l'anno accademico 2016-2017 il premio di laurea ammonterà a 3mila Euro annui, al lordo delle ritenute di legge, per la parziale copertura degli oneri di iscrizione, frequenza e acquisto libri e manuali di studio, per l'intero triennio di studio, previo rispetto dei criteri previsti dal bando. 

    Comunicato Stampa


    0 0

    SAN MARINO. L'Opera Lirica "Falstaff" in programma per questa sera lunedì 18 luglio 2016 alle 21.15 in piazza Sant'Agata è stata spostata al Teatro Turismo, via della Capannaccia San Marino Città.

    0 0

    RIMINI. Oltre all’azzeramento del semaforo, la grande novità capace di dare benefici alla circolazione è quella di poter effettuare la svolta a sinistra (in direzione di piazza Malatesta ad esempio) per i veicoli provenienti da monte su via della Fiera, non più obbligati a svoltare a destra su via Circonvallazione meridionale come avviene attualmente. Ciò comporterà per questo flusso viabilistico la possibilità di raggiungere la nuova rotatoria realizzata all'altezza di via Bramante e arrivare all'Arco d'Augusto percorrendo Largo Unità d'Italia, liberando così via XX Settembre e il Borgo San Giovanni dal traffico di transito e allo stesso tempo riducendo la lunghezza del percorso perché non sarà più necessario girare attorno alla pizzeria “Bigno” e immettersi su Via Flaminia.

     

    L'intervento è costato 81mila Euro 

    Oltre al riprofilamento dei marciapiedi posti sui quattro angoli dell'incrocio viario, l’intervento – dal costo di 81mila euro – ha comportato anche la modifica degli attraversamenti pedonali che sono stati allontanati dall'intersezione, rendendoli più sicuri per i pedoni. 

    Comunicato Stampa


    0 0

    Al momento il collegamento con il Consiglio Grande e Generale non è tecnicamente possibile. Si prega di cliccare:  link del Consiglio Grande e Generale


    0 0

    TBILISI. Dopo un’accoglienza travagliata per questioni organizzative, le ragazze hanno reagito bene all’ impatto con il primo Campionato Europeo categoria allievi.  Nei 100 metri Rebecca Guidi ha migliorato il suo primato personale con il tempo di 12"97 mentre nei 400 metri Beatrice Berti ha confermato i suoi standard con il crono di 1'00"56. 

    La staffetta composta da Francesca Baldacci, Diana Colombini, Rebecca Guidi e Beatrice Berti si è attestata poco al disopra del tempo stabilito a Malta fermando il cronometro sul 2'30"00. Con loro il commissario tecnico federale Massimo Piovaticci “Sono soddisfatto dei risultati e dell’ impegno dimostrato dalle ragazze – commenta il C.T. -  le ragazze si sono gestite bene tra allenamenti pre-gara, rifiniture e competizioni. Hanno fatto le cose che andavano fatte, da grandi. Tutto il gruppo degli allievi sta proseguendo la strada verso i Giochi dei Piccoli Stati e oltre, sfruttando al massimo tutte le possibilità che vengono date. Siamo fiduciosi per il futuro”.

    Comunicato Stampa


    0 0

    RIMINI. All’interno della rinnovata proposta culturale di "Mirabilia Urbis. Percorsi alla scoperta dei tesori di arte sacra nel centro storico di Rimini" (che prevede, ogni venerdì sera la visita congiunta del Tempio Malatestiano e della Chiesa di S.Agostino), si terrà la visita serale speciale in programma martedì 19 luglio 2016, ore 21-23, della Chiesa di San Giuliano Martire, con i capolavori dei maestri Bittino da Faenza e Paolo Veronese e della Chiesa di Santa Maria in Corte (dei Servi) esemplare testimonianza di arte sacra del Settecento in cui primeggia l'opera di Antonio Trentanove. 

    Qui sopra e in apertura: santa maria in corte (dei servi) a rimini

    Qui sopra e in apertura: Santa Maria in Corte (dei Servi)

    Punto di ritrovo (ore 21) sarà la Chiesa di San Giuliano Martire, per poi procedere, dopo la visita guidata al suo interno, alla vicina Chiesa di Santa Maria in Corte (dei Servi). 

    Comunicato Stampa


    0 0

    SAN MARINO. Grazie alla piattaforma Live in San Marino verrà integrato ed esteso il servizio Wi-Fi pubblico alle sale d’aspetto e ai punti di accesso dei locali dell’ISS e, tramite l’APP Livein.SM, gli assistiti potranno consultare i vari servizi a disposizione, i comunicati stampa e le informazioni alla popolazione e presto anche prenotare visite di base e scegliere di ricevere in anticipo i risultati degli esami. Sono questi i principali obiettivi dell'accordo di collaborazione siglato in data odierna tra Telecom Italia San Marino, l’Istituto per la Sicurezza Sociale e la Segreteria di Stato Sanità e Sicurezza Sociale.  

    (...) Telecom Italia San Marino è un riferimento storico dell’ICT nel Paese e traguarda da sempre livelli di eccellenza nella qualità dei servizi e della relazione con il cliente. La sua appartenenza ad un grande Gruppo come TIM unita all’agilità tipica di una Start-up Seriale hanno permesso il raggiungimento di risultati importanti nel settore. Livein.sm San Marino è un esempio eminente di questi risultati, base per ulteriore sviluppi innovativi che accresceranno sempre di più il valore e il richiamo del Paese. Il Segretario di Stato Francesco  Mussoni esprime piena soddisfazione per questo progetto garantendo un un servizio maggiore all’utenza e alla popolazione di San Marino. (...) 

    [Leggi Comunicato] 

    Photogallery Pruccoli


    0 0

    SAN MARINO. «Almeno avessi avuto un giro in più a disposizione…». Poco prima di salire sul podio di gara-1 al Mugello, Emanuele Zonzini sprizzava gioia da tutti i pori. Con una prestazione strepitosa e tempi di valore assoluto, il giovane pilota sammarinese aveva chiuso a soli 9 decimi dal vincitore della sfida riservata alle Gt3 del campionato italiano Gran Turismo (Eddie Cheever su Ferrari) al termine di una strepitosa rimonta. Un gran secondo posto quello di Emanuele che in quel momento garantiva a lui e al suo compagno Mathias Russo il primato nella classifica del tricolore di categoria. 

    Emanuele zonzini al mugello

    Gara-2: carambola tra 5 vetture

    Poi è arrivata gara-2. E a complicare maledettamente le cose c’era una carambola che coinvolgeva 5 vetture: tra queste c’era anche quella di Russo, che nel contatto rompeva un braccetto. Un inconveniente che costringeva i due di Audi Sport Italia a chiudere al 5° posto tra le Gt3. È così sfumava una possibile vittoria costruita nonostante una penalità di trenta secondi… «Peccato davvero per come è finita perché avremmo vinto – ha spiegato il sammarinese – Il primato in campionato è durato solo lo spazio di una corsa. Speriamo di rifarci a Vallelunga a settembre». Zonzini e Russo sull’Audi R8 Lms occupano la terza posizione a otto lunghezze dai nuovi leader della categoria: i fratelli Pastorelli. Nel prossimo week end Emanuele torna subito in pista per affrontare il round di Spielberg dell’Adac Gt Master, serie che disputa a bordo di una Lamborghini Huracan. 

    Comunicato Stampa

    Zonzini e russo sull’audi r8 lms occupano la terza posizione a otto lunghezze dai nuovi leader della categoria


    0 0

    SAN MARINO.  Venerdì 15 luglio 2016 nella splendida cornice della piazza della libertà di San Marino, ha avuto luogo la festa dello Juventus Club Doc San Marino Massimo Bonini per festeggiare l'ingresso del club, nei club Doc i più importanti e prestigiosi della società Juventus. 

     

    Dalle parole del suo presidente Onorario Massimo Bonini e dal suo presidente Mirco Battazza sono state comunicate alcune delle prossime iniziative del Club Doc, la più' importante l'avvio del progetto che riguarda il Film Documentario sulla storia di Massimo Bonini, il progetto ha trovato l'appoggio, in prima battuta, della Segreteria al Turismo nella persona del Segretario Teodoro Lonfernini e del Segretario agli interni Gian Carlo Venturini.

    Momento molto importante è stata la consegna della tessera del Cub Doc, dalla facciata principale emerge una splendida foto molto rappresentativa ed emozionante di Massimo Bonini Vincitore della Coppa intercontinentale.

     

    Diverse sono state le personalità presenti, quelle piu' rappresentativa è del Calciatore Ivano Bonetti, amico di Massimo Bonini alla Juventus negli anni 1985/86 condividendo gioie e dolori, ma soprattutto ricordiamo le vittorie sportive di grande rilievo: lo scudetto e la prestigiosissima Coppa Intercontinentale.  

    Durante la serata foto, Interviste indiscrezioni sul calcio mercato sono stati oggetto di dibattito/confronti tra appassionati di sport e tifosi Juventini.  

     

    Erono presenti oltre a cento venti persone, tra personalità dello sport, iscritti al Juventus Club Doc San Marino Massimo Bonini, Il presidente del Club Di Forlì, Don Peppino persona chiave nella della storia del calciatore di Massimo Bonini, ed altre, un ringraziamento veramente speciale a Righi La Taverna e allo juventino Luigi Sartini, alla fooball-shopping, alla Ditta My Car, a tutto il direttivo e agli intervenuti che hanno permesso di realizzare una festa veramente memorabile.

     

    Comunicato Stampa


    0 0

    SAN MARINO.  Mercoledì 20 luglio, dalle ore 20.15, speciale appuntamento con A Natural Oasis?: un’Happy Hour e Lecture Pubblica avranno luogo sulle scenografiche terrazze del Museo di Stato di San Marino, aperte al pubblico per la prima volta. Uno sguardo aereo sul Montefeltro al tramonto farà da cornice alla chiusura delle cinque giornate sammarinesi della Summer School A Natural Oasis?, svoltesi a Montegiardino nei giorni scorsi.

     

    Lezione aperta: ultimo atto della tappa del viaggio di studio

    Gli otto giovani curatori e docenti della Scuola realizzeranno una lezione aperta, ultimo atto, per il momento, della prima tappa del percorso di viaggio studio e ricerca dedicato a giovani curatori e critici teorici d'arte under 34, provenienti da tutta Europa, in particolare dai piccoli stati, dalle microaree geo-culturali e dai paesi che si affacciano sul Mediterraneo.

     

    A Natural Oasis?: curatori

    A Natural Oasis?, curata dai critici d’arte e docenti Alessandro Castiglioni e Simone Frangi vedrà successivamente gli otto giovani selezionati, Eremire Krasniqi, Valerie Visanich, Giulia Gregnanin, Lenka Đorojević, Chiara Cartuccia, Maya Tounta, Sergey Kantsedal, Rachel Pafe, intraprendere viaggi di ricerca culturale in Kosovo, Montenegro, Malta e Milano; il risultato di tutto il percorso sarà presentato quale progetto transnazionale condotto da San Marino alla prossima Biennale dei Giovani Artisti MEDITERRANEA18, maggio 2017, Tirana/Durazzo, Albania. A Natural Oasis? A Transnational Research Program è parte delle attività del network BJCEM supportate da Europa Creativa, il programma culturale dell’Unione Europea.

     

    A Natural Oasis? Programma della serata

    Dalle ore 20.15

    Happy Hours A Natural Oasis?

    Giuseppe Maria Morganti Segretario di Stato per l’Istruzione e Cultura

    Teodoro Lonfernini Segretario di Stato per il Turismo e le Politiche Giovanili 

    Paolo Rondelli Direttore Istituti Culturali, Giacomo Rinaldi, Capitano di Castello di Montegiardino

    Rita Canarezza, rappresentate BJCEM San Marino, 

    Federica Candelaresi Segretario Generale BJCEM

    Lecture Pubblica A Natural Oasis?

    Presentazione

    Alessandro Castiglioni, Simone Frangi Curatori di A Natural Oasis?

    Interventi

    Eremire Krasniqi, Valerie Visanich, Giulia Gregnanin, Lenka Dorojevic, Chiara Cartuccia, Maya Tounta, Sergey Kantsedal, Rachel Pafe

    Comunicato Stampa Istituti Culturali

     


    0 0

    RIMINI. Grande la soddisfazione degli organizzatori. “Cartoon Club si conferma un Festival che è anche una festa, una manifestazione bella e pulita, che sa coniugare gli aspetti culturali e spettacolari in contenuti di qualità – sottolinea Sabrina Zanetti, direttore artistico dell'evento -. Abbiamo raggiunto le 100mila presenze che ci eravamo prefissati, e non c'è stato alcun problema di ordine pubblico. E' doveroso ringraziare tutti coloro che con passione, professionalità e dedizione hanno contribuito al successo di questa 32a edizione”. Il festival si conferma l'appuntamento estivo più importante in Italia del settore, garantendo a Rimini una visibilità rilevante anche all'estero (la Cosplay convention ha registrato anche la partecipazione di un nutrito gruppo di cosplayer russe). Oltre all'aspetto culturale e spettacolare, Cartoon Club muove un indotto notevole sul territorio, sul versante alberghiero e della ristorazione. E il 90% dei partner tecnici del Festival è riminese o del territorio provinciale.

    Canned

    Premio Cartoon Kids a 'Canned'

    Come da tradizione, Cartoon Club 2016 ha conferito una serie di premi ad opere di animazione e fumetti. Per il Premio Cartoon Kids, dedicato ai corti animati, al teatro Novelli di Rimini si sono riuniti circa 300 bambini e ragazzi tra i 6 e i 13 anni, formando la giuria più giovane e più numerosa di Italia, che con serietà e professionalità pari a quella dei loro colleghi adulti hanno decretato vincitore il film “Canned”, realizzato da Ivan Joy, Tanya Zaman, Nathaniel Hatton studenti del Ringling College of Art and Design (USA). Menzioni speciali a “Invisible” e “Rupee Run”.

    Castillo y armado

    VI Premio Cartoon Club a “Castillo y el armado” 

    Le giurie internazionali hanno assegnato il VI Premio Cartoon Club a “Castillo y el armado” di Pedro Harres per l’efficacia grafica e il contesto narrativo generale, supportato da idee visive di particolare efficacia. Menzione speciale a “Perched” di Liam Harris, segnalato dalla giuria per la simpatia dell’insieme e la gradevolezza del racconto, costruita su un’animazione coinvolgente e ben realizzata.

    XX Premio Signor Rossi

    Il XX Premio Signor Rossi, dedicato a film d'animazione realizzati dagli studenti delle Scuole di Cinema d'Animazione Internazionali, è andato a “Arzena Velenifera” di Ludovica Ottaviani, Anna Sireci e Maria Testa del Centro Sperimentale di Cinematografia Piemonte, Dip.to Animazione (National Film School) per la qualità del soggetto, l’originalità del tratto, la fluidità dell’insieme e l’ottima sincronizzazione tra musica ed immagini. Al Ringling College of Art and Design (Usa) è stato assegnato il riconoscimento per per l’alto livello qualitativo e tecnico.

    Giuria Cartoon Kids

    VII Premio Cartoon Junior 

    Il VII Premio Cartoon Junior è andato a “The big headed boy” di Nelson Fernandes per la compattezza di narrazione, grafica ed animazione dimostrata nel raccontare una sensibile vicenda di accettazione della propria diversità.

    Big Headed Boy

    Premio Fede a Strisce 2016 a Maurilio Tavormina 

    I riconoscimenti dedicati ai fumetti hanno visto il conferimento del Premio Fede a Strisce 2016 a Maurilio Tavormina, "Il saio del santo" (pubblicato su Il Messaggero dei Ragazzi), corposa opera che racconta San Francesco attraverso un punto di vista inedito, quello del nipote Piccardo e dei suoi amici, ragazzi nell’Assisi del XIII secolo. Un racconto intelligente avvincente rispettoso della storia del Santo e di gradevole lettura. Menzione speciale della giuria a Paolo Cossi, “Santiago” (Piccolo Missionario), che tratta con levità e ironia il tema del pellegrinaggio religioso.

    Giuria al lavoro

    Premio Franco Fossati 2016

    Il Premio Franco Fossati 2016 è stato conferito a Andrea Sani, “Blake e Mortimer.  Il realismo fantastico della linea chiara” (Alessandro Editore), per aver raccontato in maniera discorsiva, quasi fosse un romanzo ma al contempo con grande perizia e documentazione, la vicenda di Edgar P. Jacobs, uno dei più grandi autori di fumetto di tutti i tempi, e della sua serie più importante, un caposaldo del fumetto fantastico e di avventura, capace di influenzare - per l'abilità degli intrecci e la perizia dei disegni - autori e personaggi dei decenni seguenti. Menzione speciale a Piero Zanotto, “Fumetto a Nordest” (Supernova), opera che rispecchia l'infaticabile opera di critica, storia del fumetto e divulgazione mai banale di un professionista come Piero Zanotto, scomparso solo pochi mesi fa. Nella speranza che non venga dimenticato il prezioso lavoro di una vita che meriterebbe anche la collocazione in una istituzione.

    Comunicato Stampa

     


    0 0

    SAN MARINO. I primi ragazzi aggregati al roster sono i confermati Davide Macina ("molto contento di esserci, ci sono tutti i presupposti per giocarsi un campionato ad alto livello. Ripartiamo con buona parte del gruppo dell'anno scorso, cosa che ci permetterà fin da subito di mettere in campo la chimica giusta e di lavorare sui particolari su cui siamo stati carenti la stagione passata"), Nicola Borello ("è un piacere essere confermato, giocare per la società dove sono cresciuto, e lavorare ancora con Franco che mi sta aiutando nella mia crescita, speriamo di raggiungere i risultati sperati. 

    Sono molto felice di rigiocare con Andrea e Davide, di rivedere Pierluigi su un campo da basket e trovare Kevin in prima squadra dato che sono come fratelli per me. Spero di rivedere tutta la passione dei tifosi e dei bambini del minibasket al palazzetto, Vi aspettiamo") e Andrea Gambi ("sono estremamente grato per questa opportunità! Felice di iniziare un altra avventura con i miei compagni...non vedo l'ora di iniziare"), a cui si aggiungono il capitano dell'Under 18 Kevin Riccardi ("per me è un onore giocare in prima squadra, ho già fatto diversi allenamenti l'anno scorso con loro e mi sono trovato molto bene, sono pronto e felicissimo per iniziare questa avventura")

    e, dopo un anno sabbatico, Pierluigi Berardi, uscito solo dodici mesi fa dal settore giovanile ("é stato un piacere essere richiamato in questa squadra dopo l'anno di pausa che ho preso. É ancora di più un emozione giocare qua nel mio paese con i tifosi ed alcuni compagni di squadra che ho sempre avuto al mio fianco. Spero che sia un buon anno, sia per me a livello di crescita, ma sopratutto per tutta la squadra, con palazzetto sempre pieno e tanto tifo!!").  

    Comunicato Stampa Rodolfo Selva


    0 0

    SAN MARINO. E’ partito da qui Alessandro Carli, direttore di San Marino Fixing e autore del libro “015 – Un terzo (di) teatro a Santarcangelo”, edito da Bookstones di Rimini e presentato venerdì 15 luglio alle 18.30 alla Fondazione San Marino Cassa di Risparmio - S.U.M.S. Una raccolta di recensioni, quasi tutte pubblicate su La Voce di Romagna e San Marino Fixing, di 15 anni di spettacoli visti, vissuti, spesso criticati e qualche volta elogiati.

    Alessandro Carli, introdotto da Marino Rossi Consigliere della Fondazione San Marino, ha recuperato il rapporto tra la kermesse del borgo clementino e il Titano. “Nel 1971, in occasione della prima edizione del Festival, Giorgio Gaber portò ‘Il signor. G.’. Lo stesso Giorgio Gaber, nel febbraio del 2000, salì per l’ultima volta sul palco a San Marino” ha spiegato. Ma c’è una data più recente, quella del 2010 quando l’allora segretario di stato alla cultura Romeo Morri decise di portare uno spettacolo del festival a Dogana. 

     

    Alessandro carli, un terzo di teatro a santarcangelo presentato al sums

    “Magna plaza” – spettacolo messo in scena all’interno del Centro Commerciale Atlante di San Marino e firmato dal collettivo fiammingo-olandese Wunderbaum

    Annunciato come uno degli eventi clou della 40esima edizione del Festival di Santarcangelo, “Magna plaza” – spettacolo messo in scena all’interno del Centro Commerciale Atlante di San Marino e firmato dal collettivo fiammingo-olandese Wunderbaum – “non ha deluso le aspettative” scrive l’autore. “Spalmato lungo i cinque piani dell’edificio, cinque attori – partendo dalla trama del film ‘Dolls’ del regista orientale Kitano – danno vita a un pastiche di tre storie d’amore, intrecciate e a singhiozzo, che solamente alla fine ritrovano l’unità iniziale. Tradotto in italiano (gli spettatori vengono cuffiati prima dell’ouverture), (…) si apre a ventaglio sulle sfumature del cuore: c’è la storia d’amore solo immaginata (un ragazzo che aspetta, vestito di rosso, un amore che non arriverà mai; il ragazzo scrive su un pannello ‘ready for love?’ e chiede alle persone che casualmente affollano il centro commerciale ‘che ore sono?’: la cena è già pronta ma non vorrebbe sedersi a tavola da solo). C’è la passione che unisce Matsumoto e Sawako: lui però è già promesso sposo alla figlia di un boss e lei, teatralmente, impazzisce. Solo nel momento della follia lui decide di starle vicino per sempre. e c’è un’ossessione al femminile molto delicata che lega la groupie Nukui e la popstar Haruna”. 

    Uno spettacolo “fresco come l’età degli attori (tutti 30enni), ben curato. Le storie si mettono a nudo in tutta la loro violenta contemporaneità, quasi fosse uno specchio metateatrale in cui gli spettatori possono riflettersi”.     

    Comunicato Stampa

     

     


    0 0

    SAN MARINO. La Segreteria di Stato per il Territorio, l’Ambiente e la Cooperazione Economica Internazionale, in partnership con l'Università degli Studi della Repubblica di San Marino e visto il successo della prima edizione, ha annunciato oggi l’avvio del secondo Corso di Alta Formazione in Processi di Internazionalizzazione. Il programma del corso prevede 110 ore di lezione e 13 ore di seminari distribuiti fra l’11 novembre prossimo e il 12 marzo 2017. 

    [Leggi Comunicato]


    0 0

    RIMINI. Le operazioni di posizionamento delle travi sono iniziate verso le ore 9 per concludersi senza problemi dopo circa un’ora e mezzo. Dapprima tra i due nuclei scala in adiacenza alla struttura del Foyer, la gru ha così posizionato la prima struttura reticolare da 25 tonnellate di formata da due travi reticolari di altezza 3.25 metri accoppiate ad una distanza di circa 2.50 metri. La seconda struttura di peso inferiore (15 tonnellate) avente lunghezza di metri 15 è stata successivamente posizionata tra i due nuclei scala  che definiscono il boccascena. Alla struttura di larghezza pari a 5.00 metri, verrà agganciato nella parte inferiore l’arco scenico, mentre l’interno sarà praticabile e destinato a locale tecnico di servizio.

    Teatro Galli, la posa delle travi del tetto: la conferenza stampa

    “E' fortissima la simbologia di questa fase del cantiere – hanno commentato il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi e l’assessore ai Lavori pubblici Jamil Sadegholvaad accompagnando questa mattina la stampa in una visita al cantiere – e così come unaa bomba 72 anni fa squarciò prima il tetto del teatro, oggi ricuciamo quello strappo cominciando a lavorare appunto sulla copertura. 

    Un ulteriore passo avanti in un progetto simbolo dell’intera città per la conclusione del quale stiamo tiriamo come ossessi per arrivare entro l'anno prossimo a restituire il proprio teatro ai riminesi. Così come stiamo tirando come matti perché il Fulgor sia inaugurato il 21 gennaio del 2017, giorno del compleanno di Fellini. 

    Sul teatro, piace sottolineare un aspetto spesso dimenticato: questa è una fabbrica di cultura interamente pagata dai cittadini riminesi. Credo che in Italia non vi sia esempio di teatro interamente realizzato con soldi pubblici, ma a Rimini avviene anche questo. E questo

    I lavori allo stato attuale 

    I lavori di ricostruzione filologica del teatro Amintore Galli riguardano 3 corpi di fabbrica distinti con caratteristiche e modalità di interventi diversificati: Foyer, Sala e palcoscenico. 

    Il restauro del Foyer 

    Le bombe hanno risparmiato il solo Foyer che nel corso degli anni è stato restaurato ed è giunto fino ad oggi. I lavori di restauro ed adeguamento normativo si sono svolti tra ottobre 2010 e marzo 2015 mediante due appalti. 

    ·         lavori di restauro, consolidamento ed adeguamento normativo del foyer 

    Importo dei lavori: € 3.362.463; ultimazione lavori: 18 dicembre 2013 

    ·         lavori di completamento dell’ala foyer nell’ambito della ricostruzione del teatro di Rimini “Amintore Galli”. 

    Importo dei lavori: € 1.187.840; ultimazione lavori: 28 marzo 2015 

    La ricostruzione della sala e del palcoscenico 

    L’intervento di ricostruzione filologica della Sala e del Palco risulta molto più complesso sia per lo stato di conservazione del bene sia per il contesto archeologico in cui si va ad operare e le elevate prestazioni che si devono raggiungere nel rispetto di tutte le normative vigenti (sismica, sicurezza, antincendio, acustica ). 

    Trattandosi di un’opera complessa e specialistica, i lavori di ricostruzione del Teatro Galli sono stati articolati in 4 appalti:

    ·         1° intervento di natura archeologica e propedeutico (500.000 euro) 

    ·         2° intervento di carattere generale costruttivo della struttura e delle opere (circa 15.000.000 di euro) 

    ·         3° intervento relativo alla fornitura e posa in opera di apparati decorativi ed arredi (spesa prevista 2.150.725 euro) 

    ·         4° intervento relativo alle opere della meccanica di scena (spesa prevista circa 2.000.000). 

    Il “1° intervento di natura Archeologica e propedeutico” di importo di circa 500.000 euro si è concluso nel 2013. 

    Gli scavi archeologici: la Soprintendenza

    Dagli scavi archeologici svolti sotto la sorveglianza della Soprintendenza Archeologia è emersa una forte stratificazione che ha consentito di ricostruire a ritroso la storia di un settore della città a partire dall’ottocento fino ai primi secoli dopo cristo. 

    Tale attività di scavo è proseguita con l’appalto del “2° intervento di carattere generale costruttivo della struttura e delle opere” nel corso del quale sono state raggiunte le quota di terreno non antropizzato. 

    Risale al mese di marzo il rinvenimento di pali lignei portanti di un edificio di età coloniale (III Secolo a.C.). Ad oggi si è in attesa delle risultanze di una serie di analisi dendrocronoligiche per datare con una minima approssimazione i resti dei pali rinvenuti.  

    2° intervento di carattere generale costruttivo della struttura e delle opere 

    I lavori di ricostruzione si articolano sulle aree della Sala e della Torre Scenica e procedono in maniera parallela seppur differenziata. 

    SALA 

    Nella zona della Sala, dove peraltro si è deciso di lasciare in loco e valorizzare interessanti strutture di epoca romana rendendole accessibili, si sono concluse le strutture di fondazione ed è stata realizzata tutta la struttura in elevazione ad eccezione della copertura. 

    La fase di realizzazione della copertura della Sala avrà inizio con il varo delle due imponenti travi reticolari in acciaio (di altezza di 3.20 m.). 

    Seguirà il montaggio del solaio a copertura della Sala e a partire dal 22 agosto inizierà il montaggio della struttura lignea di copertura. 

    I lavori di completamento del tetto relativo al corpo della Sala si concluderanno dopo circa un mese. 

    Contestualmente alle operazioni di montaggio della copertura, sempre nel corpo relativo alla Sala, avranno inizio le lavorazioni di ricostruzione del paramento murario facciavista. Tutti gli elementi in laterizio realizzati a mano (mattoni, cornici, mensole, conci, ecc.) sono stati già appositamente prodotti ed attualmente stoccati nelle fornaci di produzione. 

    TORRE SCENICA 

    Nella zona della Torre Scenica, dove è prevista la realizzazione di due piani interrati per ospitare le dotazioni impiantistiche ed i camerini, è terminata l’attività di scavo archeologico estensivo dalla quale è emersa una stratigrafia molto complessa ed importante i cui reperti sono stati schedati e catalogati sotto l’alta Sorveglianza della Soprintendenza Archeologia di Bologna e le cui risultanze sono visibili anche sul sito del Comune di Rimini. 

    E’ in corso di progettazione congiunta con le soprintendenze competenti l’area museale al di sotto della platea nei cui locali adiacenti via Poletti sarà allestita l’esposizione dei reperti rinvenuti nell’area del Teatro, debitamente selezionati a cura della Soprintendenza Archeologia. 

    Entro il mese di agosto termineranno le lavorazioni inerenti la platea di fondazione e successivamente saranno realizzate le strutture in elevazione fino alla quota di Piazza Malatesta. 

    Pertanto, in autunno, terminato il solaio alla quota di Piazza Malatesta, si provvederà a riposizionare nell’originale sedime le murature polettiane che erano state traslate e provvisoriamente posizionate sui diaframmi per consentire le attività di scavo in sicurezza. 

    3° e 4° intervento (fornitura e posa in opera di apparati decorativi ed arredi e opere della meccanica di scena) in corso 

    Ad oggi, l’Appaltatore degli Apparati Decorativi ed Arredi sta predisponendo le proprie campionature mentre l’Appaltatore della Meccanica di Scena ha iniziato la produzione in officina dei meccanismi che dovranno essere installati nel Teatro. 

    Nella foto di gruppo finale, oltre al Sindaco di Rimini Andrea Gnassi e all’assessore ai Lavori pubblici Jamil Sadegholvaad, i componenti dell’Unità progetti speciali del Comune di Rimini che sta seguendo passo a passo i lavori (Ing. Massimo Totti, Responsabile unico del procedimento; Arch. Carmine Cefalo, direttore lavori generale; arch. Laura Berardi, direttore operativo opere storico-architettoniche), e il Geom. Arnaldo Tamburini Project manager CMB.

    Comunicato Stampa


older | 1 | .... | 1255 | 1256 | (Page 1257) | 1258 | 1259 | .... | 1335 | newer